Lasciatevi stupire. Cercate l’imprevisto, la novità, l’ignoto.
Anche nel lavoro, dove la routine può addormentarci in un comodo abbraccio, preferite ogni tanto un sentiero nuovo, una strada non battuta, alla ricerca della sorpresa.
Mettete in conto anche l’errore, se frutto della voglia di crescere. Non è una macchia, se assorbito come insegnamento.
Questo raccomando alle mie allieve nei miei corsi individuali, questo raccomando anche a me stessa, dopo 30 anni di professione.
Perché io, tu, nessuno di noi resta uguale a sé stesso troppo a lungo, e le convinzioni invecchiano molto prima di noi.