Considerando che per Dermopigmentare partendo dal concetto di lavori micronizzati, quindi di Micropigmentazione, si lavora penetrando nello strato superficiale del derma e non nello strato profondo del derma come nel classico tatuaggio, un Operatore altamente specializzato conosce metodi, dispositivi e utilizza apparecchiature di ultimissima generazione con una dotazione di aghi ultra sottili che permettono di minimizzare al massimo la sensazione di dolore che verrà percepita assolutamente come un semplicissimo “fastidio”, distaccandosi di gran lunga da trattamenti tutt’oggi ancora effettuati con apparecchiature e sistemi di lavoro inadeguati che causano sofferenze ingiustificate. Ad ogni modo, la percezione del dolore e la sua sopportazione sono soggettive.